Compilazione della DSU – Notizie Utili

La DSU ovvero Dichiarazione Sostitutiva Unica è una dichiarazione autocertificata dal contribuente con il quale viene misurata la capacita economico/reddituale di una famiglia, con la quale viene regolato l’accesso alle prestazioni sociali ed assistenziali.
A seguito della presentazione della DSU, l’INPS rilascia l’Attestazione ISEE, con validità annuale, che serve a tutti i componenti del nucleo familiare per usufruire di prestazioni agevolate quali:

  • Agevolazione per calcolo della retta per Asilo nido e altri servizi educativi per l’infanzia
  • Prestazioni scolastiche: mense, libri scolastici, trasporti, borse di studio
  • Agevolazioni per tasse universitarie e prestazioni per il diritto allo studio universitario.
  • Assegno per il nucleo numeroso.
  • Assegno di maternità e Bonus Bebè.
  • Carta acquisti per bambini e anziani.
  • Bonus per servizi di pubblica utilità (telefono, luce, gas, trasporti).
  • Servizi socio sanitari domiciliari (assistenza domiciliare), diurni, residenziali.
  • Contributi regionali e Rateizzazioni Equitalia.


I VANTAGGI DEL NOSTRO SERVIZIO


  • Assistenza nella compilazione della DSU
  • Servizio su appuntamento
  • Possibilità di assistenza tramite e-mail.


DOCUMENTI DA PRESENTARE PER LA COMPILAZIONE DSU ANNO 2017

  • Carta d’identità in corso di validità solo per il dichiarante e/o tutore/rappresentante legale
  • Permesso di Soggiorno valido per cittadini Extra-Comunitari.
  • Tessera Sanitaria per TUTTI i componenti il nucleo familiare, anche dei figli fiscalmente a carico ma non conviventi.
  • Contratto di Locazione (per coloro che abitano in casa in affitto) e ricevuta di registrazione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate del contratto stesso (o timbro posto dall’Agenzia delle Entrate sul contratto stesso con il numero e la data di registrazione).


REDDITI percepiti nell’anno 2015 (per ogni componente il nucleo familiare) :


  • Mod. CU 2016 redditi 2015 o la “Dichiarazione dei Redditi” Mod. 730 o UNICO 2016 per i redditi 2015, chi ha presentato la “Dichiarazione dei Redditi” non deve presentare la CU2016
  • Redditi da attività agricola (determinata ai fini IRAP) percepita da imprenditori agricoli
  • Certificazione dei venditori porta a porta
  • Reddito da lavoro dipendente prestato all’estero e tassato esclusivamente nello Stato estero
  • Reddito dichiarato all’estero dal coniuge iscritto all’AIRE


Compensi assoggettati ad imposta sostitutiva o ritenuta a titolo d’imposta (se non presenti nelle CU) :


  • Lavori socialmente utili.
  • Prestazioni di previdenza complementare erogate sotto forma di rendita.
  • Prestazioni rese dagli incaricati alle vendite a domicilio Compensi per incrementi della produttività del lavoro.


Redditi esenti da imposta (esclusi i trattamenti erogati dall’ INPS):


  • Redditi derivanti da trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari non erogati dall’INPS(Es: rendite Inail).
  • Retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi internazionali.
  • Somme che non hanno concorso a formare il reddito per i docenti e i ricercatori cherientrano in Italia dall’estero.
  • Quota esente corrisposta ai lavoratori frontalieri.
  • Redditi di marittimi imbarcati su navi battenti bandiera straniera.
ATTENZIONE : VANNO DICHIARATI ANCHE :


  • Redditi esenti/non imponibili e non erogati dall’Inps (borse di studio, compensi per attività sportiva dilettantistica, voucher, lavori occasionali, quota esente per lavoratori frontalieri, somme corrisposte per borse di studio o attività di ricerca etc).
  • Contributi economici di sostegno al reddito erogati da Comuni ed altri enti (es: fondo di sostegno affitti, buoni vacanze, pacchetto scuola, minimo vitale etc).
  • Compensi assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta (lavori socialmente utili, prestazioni rese da incaricati alle vendite a domicilio, compensi per incremento della produttività del lavoro, prestazioni di previdenza complementare erogate sotto forma di rendita).


PER PRESTAZIONI RISERVATE A MINORENNI E STUDENTI UNIVERSITARI:


IN CASO DI GENITORE NON CONIUGATO E NON CONVIVENTE CON L’ ALTRO GENITORE:

  • Esibire tutta la documentazione reddituale e patrimoniale presente in questo elenco OPPURE Fornire il protocollo definitivo della DSU dell’altro genitore se già in possesso.
  • IN CASO DI SEPARAZIONE O DIVORZIO Sentenza di separazione o divorzio e codice fiscale dell’Ex-Coniuge, Importo assegni periodici corrisposti nel 2015 a ex coniuge e figli.

PATRIMONIO MOBILIARE alla data del 31/12/2016 – anche se intestati ai figli minorenni/maggiorenni:


  • Conti Correnti bancari e Postali e carte prepagate con Iban: saldo al 31/12/2016 e giacenza media annua.
  • Anche per i c/c chiusi o aperti nel corso 2016. Indicare la data di inizio e/o fine anche se non più presenti al 31/12/2016.
  • Saldo al 31/12/2016 per:
  • Titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi e assimilati
  • Azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio italiani o esteri
  • Partecipazioni azionarie in società italiane ed estere
  • Titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi e assimilati
  • Azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio italiani o esteri
  • Partecipazioni azionarie in società italiane ed estere
  • Per le imprese individuali: il valore del relativo patrimonio netto (determinato dall’ultimo bilancio)
  • Contratti di assicurazione mista sulla vita (sono esclusi quelli per i quali alla data del
    31/12/2015 non è esercitabile il diritto di riscatto)


Per tutti i patrimoni vanno indicati: codice fiscale della banca o dell’intermediario, il codice IBAN o il numero di rapporto


PATRIMONIO IMMOBILIARE alla data del 31/12/2016:


  • VISURA CATASTALE per tutti i fabbricati e terreni agricoli posseduti in Italia
  • Valore ai fini IMU delle aree Edificabili
  • Valore ai fini IVIE degli immobili detenuti all’estero
  • Capitale residuo del mutuo accesso per l’acquisto o la costruzione degli immobili (al 31/12/2016)


In caso di richiesta di ricovero in residenza sanitaria occorre la documentazione relativa agli immobili oggetto di donazione ai soggetti tenuti agli alimenti fuori dal nucleo familiare nei 3 anni precedenti la richiesta


SOGGETTI CON DISABILITA’


Certificazione attestante l’invalidità o l’handicap dei soggetti presenti nel nucleo familiare dove è possibile rilevare la denominazione dell’ENTE, il numero del documento, data di rilascio e la Legge di riferimento


  • Retta pagata per il ricovero in strutture residenziali nell’anno precedente la presentazione della DSU
  • Spese pagate per l’assistenza personale (detratte/dedotte nell’ultima dichiarazione dei redditi presentata)
  • Data richiesta di ricovero presso strutture sanitarie a ciclo continuo


AUTOVEICOLI, MOTOVEICOLI E IMBARCAZIONI di proprietà alla data di presentazione della DSU


Copia Libretto di proprietà, Tipo e targa veicoli superiori alle 500cc, navi e imbarcazioni da diporto al 31/12/2016 – percentuale di proprietà